Restauro Croce Padre Passionisti - San Pietro di Assisi



 

Segnaliamo questa iniziativa intrapresa dall'associazione IACA, a pro della città di Assisi e dei tanti visitatori - circa cinque milioni l'anno - che vi convergono da ogni parte del mondo. 

L' intervento riguarda il restauro di un grande e fatiscente  croce lignea appesa nelle adiacenze di Porta San Pietro, da cui si sale verso la Basilica di San Francesco. La croce guarda sull' ampio piazzale Giovanni Paolo II, transitatissimo chek point di Assisi, e ha una sua storia. Fu apposta novant'anni fa alla fine di una delle "Sacre missioni" portate avanti dai Padri Passionisti, che al termine delle loro predicazioni, volte a rinverdire tra la gente il santo timor di Dio, lasciavano in ricordo una croce. A Piegaro a sud del lago Trasimeno, dove la Iaca ha tenuto per anni un centro di accoglienza,  alla fine di una fallimentare missione avvenne l’episodio del sudore del Crocifisso: era l’11 maggio 1738, ultimo giorno della missione del fondatore dei Padri Passionisti. Il missionario aveva fatto visita anche agli operai della fornace per la fusione del vetro, ma la missione non decollò come desiderava; e  padre Paolo, congedandosi, esclamò: “Lascerò chi vi farà una continua missione!”. Alla sua partenza il grande crocifisso della chiesa parrocchiale emise un copioso sudore di color celeste, e la gente corse a richiamare il santo missionario, il quale ricevette la notizia con gioia ma proseguì il suo cammino verso Monteleone.
Ancor oggi l’11 maggio di ogni anno i Piegaresi fanno memoria di questo evento prodigioso...

 

LA CROCE PRIMA DEL RESTAURO


"RICORDO DELLE SACRE MISSIONI
25 NOVEMBRE 1928"

*****

LA SCRITTA LASCIATA DALL'ASSOCIAZIONE IACA
DOPO LA RIMOZIONE DELLA CROCE
 
 

PRIMI INTERVENTI DEL RESTAURO

****

FASI SUCCESSIVE DEL CONSOLIDAMENTO DELLA CROCE

****

ULTIMI INTERVENTI DEL RESTAURO

    

 


HomePage



" OPERE " CHE NON SI TROVANO IN INTERNET

Interessanti, attuali eventi mondial

Ciai's